Sostenibilità

All’inizio degli anni ’90, nel corso del Vertice della Terra di Rio de Janeiro, al pubblico mondiale furono mostrate in modo inequivocabile le conseguenze che avrebbero avuto sulle persone e sull’ambiente il crescente sfruttamento delle risorse, il velocissimo incremento delle emissioni di gas ad effetto serra e l’inarrestabile inquinamento degli ecosistemi mondiali.

Oggi sappiamo che queste minacce hanno raggiunto una dimensione allarmante. Al costante aumento della popolazione mondiale ed al crescente divario fra ricchi e poveri si aggiungono una fame insaziabile di risorse ed un cambiamento climatico che avviene in tempi sempre più rapidi.

Uno sviluppo attento al futuro deve conciliare equità sociale, attenzione ecologica ed efficienza economica. E’ però indispensabile intervenire rapidamente. Non abbiamo più tempo da perdere. E’ giunto il momento di agire in modo risoluto a livello mondiale.

Gli edifici dissipano circa la metà dell’energia globale. Le tecnologie per costruire abitazioni più parsimoniose dal punto di vista energetico sono già disponibili da molto tempo: è dunque ora di applicarle. Grazie al risanamento energetico, negli edifici esistenti è possibile ridurre fino all’80% le emissioni di anidride carbonica prodotte dal riscaldamento e dai sistemi di produzione dell’acqua calda. [thb_toggle title=”Il Decalogo del Sole – Dieci principi per un costruire sostenibile”]

  1. Noi siamo figli del sole. Il sole è la nostra unica, inesauribile fonte di energia e fondamento di tutte le forme di vita sulla Terra. L’utilizzo dell���energia solare nel nostro modo di costruire ed abitare migliora la qualità di vita.
  2. Noi sosteniamo una rivoluzione energetica globale fondata sull’efficienza, sul risparmio energetico e sull’utilizzo di energie rinnovabili.
  3. Noi creiamo ambienti di vita sani e confortevoli, che favoriscono la crescita della consapevolezza dei fruitori, risparmiando nel contempo risorse e rispettando l’ambiente. Spazi in cui vivere inseriti nel ciclo naturale e che dialogano con le tradizioni costruttive locali.
  4. Noi mettiamo al centro le persone, sia quelle che oggi abitano questi spazi, sia quelle che vi abiteranno domani. Siamo coscienti che l’architettura è espressione di desideri, nostalgie, sogni e bellezza, ma tutto questo non deve essere in contrasto con la vita. Al centro non mettiamo l’individualizzazione della società, ma l’agire solidale. Ogni abitante della Terra ha il diritto di condurre una vita dignitosa.
  5. Noi perseguiamo la bellezza e cerchiamo di raggiungere un benessere ecologico, che non metta in pericolo il ciclo naturale pregiudicandone irreversibilmente la capacità di auto-rigenerazione.
  6. Noi operiamo consapevoli che gli edifici dovranno essere utilizzati dai 50 fino ai 100 anni ed anche più. Per questo i provvedimenti finalizzati alla salvaguardia dell’ambiente sono efficaci a lungo termine. I quartieri residenziali saranno attuali anche in futuro se esteticamente gradevoli ed attrattivi per tutti.
  7. Noi trasformiamo il passato in futuro risanando energeticamente gli edifici esistenti. Questo ci permetterà di impiegare meno energia per assicurare il comfort. Si ridurranno così le emissioni di sostanze inquinanti e di gas ad effetto serra.
  8. Noi scegliamo, per tutti gli edifici di nuova costruzione, uno standard che non necessita più (o quasi più) di energia. Impieghiamo materiali sani e tecnologie ecocompatibili considerandone globalmente gli impatti nella valutazione ecologica. Provvediamo inoltre a un’illuminazione e a un’acustica ottimale nonché a una buona qualità dell’aria, in quanto tutti questi fattori incidono in modo significativo sulla qualità di vita.
  9. Noi applichiamo con intelligenza le tecniche che utilizzano in modo economico ed efficiente la risorsa energia, consci che anche i cantieri si contraddistinguono per un impatto ambientale ridotto. Allo stesso tempo diamo la preferenza alle energie rinnovabili.
  10. Noi siamo innanzitutto flessibili mentalmente. Le nostre azioni sono rivolte ad una mobilità sociale ed ecosostenibile. Noi diamo la precedenza a soluzioni che risparmiano energia e risorse e che sono in grado di venire incontro alle necessità del singolo senza per questo limitare quelle degli altri. [/thb_toggle]

[thb_divider] [thb_one_third]

CERTIFICAZIONE ENERGETICA

La «certificazione energetica degli edifici», è un documento attestante la prestazione, l’efficienza o il rendimento energetico di un edificio e altresì contenente le raccomandazioni per il miglioramento della prestazione energetica del medesimo (art. 2, comma 3, all. A al d.lgs. 29 dicembre 2006, n. 311). L’”Attestato di Certificazione Energetica” (ACE) di un immobile residenziale oggi “Attestato di Prestazione Energetica” (APE), in riferimento al decreto legge 63/2013, è un documento redatto e rilasciato da un soggetto certificatore abilitato secondo la normativa vigente e ne attesta il consumo energetico. A partire dal 01 Luglio 2009 l’Attestato di Certificazione / Prestazione Energetica deve essere obbligatoriamente fornito in fase di costruzione, compravendita, locazione, mentre negli annunci di vendita e di affitto deve essere indicato l’indice di prestazione energetica. Lo scopo del Certificato Energetico (prestazione energetica) è quello di attribuire all’edificio o all’unità immobiliare una classe di consumo che va dalla A alla G, dove la la classe A è la migliore e la classe G è la peggiore. La validità del certificato è di 10 anni, purché prodotto da un soggetto certificato e sottoposto ad operazioni di controllo e di aggiornamento

[/thb_one_third] [thb_one_third]

PROTOCOLLI DI SOSTENIBILITA’

I protocolli di sostenibilità valutano edifici e parti di città e seguono due logiche : – Logica qualitativa – protocolli contenenti schede di requisiti – Logica quantitativa con bilanci ambientali – Analisi LCA (Life Cicle Assestment)

Con i METODI QUANTITATIVI si quantifica l’energia inglobata dal fabbricato durante l’intero arco di vita, attraverso un’analisi che parte dalla produzione dei singoli componenti fino ad arrivare al riuso dei medesimi al momento della dismissione. Questa logica molto onerosa è più vicina alla realtà dei cicli produttivi industriali, ha trovato poca diffusione. Il protocollo più noto è quello di CASACLIMA 

Con i METODI QUALITATIVI la valutazione consiste nella definizione di requisiti. Ad ogni singolo requisito corrisponde un punteggio specifico, la somma dei diversi punteggi, associati ai relativi pesi restituisce un valore numerico. Valore che esprime il livello di sostenibilità energetico – ambientale. La maggiore semplicità di applicazione di tali sistemi ha agevolato la loro diffusione. I protocolli più noti sono BREEAM, LEED e ITACA.

[thb_toggle title=”CASACLIMA”]Casaclima

CASACLIMA Nature è il protocollo che permette di valutare e certificare un edificio non solo dal punto di vista dell´efficienza energetica, ma anche rispetto agli impatti sull´ambiente e sulla salute e benessere delle persone. CasaClima Nature introduce una valutazione oggettiva degli impatti ambientali dei materiali e dei sistemi impiegati nella costruzione e dell´impatto idrico dell´edificio, espresso in termini di fabbisogno di acqua potabile e di mantenimento del ciclo idrico naturale. A garanzia del comfort e della salubrità degli utenti per gli ambienti interni sono richiesti precisi requisiti per la qualità dell´aria, per l´illuminazione naturale, per il comfort acustico e per la protezione dal gas radon.

  • CC HOTEL
  • CC HABITAT
  • CC WINE
  • CC WORKLIFE
  • CC MOBILEHOME

[/thb_toggle] [thb_toggle title=”BREEAM”]Breaam

BREEAM (BRE Environmental Assessment Method ovvero “metodologia di valutazione ambientale del BRE”)  é il primo e più diffuso protocollo di valutazione ambientale al mondo. BREEAM stabilisce lo standard di  bioedilizia di più alta qualità ed é diventato de facto il criterio di valutazione utilizzato per rappresentare la performance ambientale di un edificio.

[/thb_toggle] [thb_toggle title=”LEED”]leed

LEED® – Leadership in Energy and Environmental Design – è un sistema di certificazione degli edifici che nasce su base volontaria e che viene applicato in oltre 140 Paesi nel mondo. Lo standard LEED nasce in America ad opera di U.S.Green Building Council (USGBC), associazione no profit nata nel 1993, che conta ad oggi più di 20.000 membri e che ha come scopo la promozione e lo sviluppo di un approccio globale alla sostenibilità, dando un riconoscimento alle performance virtuose in aree chiave della salute umana ed ambientale.

[/thb_toggle] [thb_toggle title=”ITACA”]Itaca

Protocollo italiano dell’Istituto per l’Innovazione e Trasparenza degli Appalti e la Compatibilità Ambientale. Nato nel 1996 sotto la spinta dell’attività e la ricerca di liberi professionisti organizzati a livello nazionale in associazioni che ha adottato le indicazioni e i principi SBMethod del SBC. Il sistema di valutazione è calato e contestualizzato alle realtà regionali e fa riferimento ad un quadro Legislativo e Normativo ben preciso:

  • Protocollo internazionale
  • Direttive Europee
  • Decreti applicativi di recepimento delle direttive a livello Nazionale
  • Leggi e decreti Regionali
  • Norme tecniche ISO, CEN e UNI.

I criteri di valutazione sono organizzati in semplici schede, 28 per il Protocollo semplificato e 70 per il Protocollo completo. Le aree tematiche sono le stesse del metodo SBC. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha individuato nel Protocollo ITACA il possibile riferimento nell’ambito delle Linee Guida nazionali per la certificazione ambientale. Nel contesto pubblico, il Protocollo ITACA è utilizzato per promuovere il tema della sostenibilità attraverso strumenti e incentivi finanziari, modifiche ai regolamenti edilizi e ai programmi di pianificazione del territorio. [/thb_toggle] [/thb_one_third] [thb_one_third]

DIAGNOSI ENERGETICHE DEGLI EDIFICI

L‘Audit energetico ha come obiettivo: quantificare l’energia utilizzata, definire le cause degli sprechi e suggerire all‘utente gli interventi migliorativi. Con tale scopo vengono raccolti i dati relativi ai costi energetici, i dati relativi ai consumi delle utenze elettriche, termiche, frigorifere e di acqua ed ulteriori dati ricavati da rilievi strumentali. L’Audit Energetico, costituisce il preludio che precede l�����avvio di un qualsiasi progetto di efficienza energetica, in base al quale definire in anticipo gli interventi migliorativi convenienti dal punto vista economico.

[thb_toggle title=”ANALISI TERMOFLUSSIMETRICA”]

L’indagine termoflussimetrica è una tecnica diagnostica mini invasiva che consente di determinare il valore di trasmittanza termica in opera di un qualunque materiale e/o stratigrafia. La strumentazione necessaria si compone di due sonde esterne, due sonde interne, una sonda termo-flussometrica e da un datalogger dispositivo che raccoglie e memorizza i dati delle sonde nel tempo.

Utilizzi

Un’indagine termoflussimetrica risulta essere molto utile per determinare i parametri termici di un elemento (tipicamente una parete) messo in opera e di cui non si conoscono nè la stratigrafia nè le caratteristiche dei materiali usati. Nel caso di certificazione energetica di edifici esistenti è l’unico modo per determinare, con una precisione del 85-90%, le caratteristiche termiche dei vari componenti edilizi. Il test ha una durata di diversi giorni durante i quali è opportuno avere una differenza di temperatura interno/esterno il più costante possibile evitando l’irraggiamento diretto sui sensori.

[/thb_toggle] [thb_toggle title=”ANALISI TERMOGRAFICA”]

La termografia è una tecnica di analisi non distruttiva basata sull’acquisizione di immagini all‘infrarosso. Sempre più diffusa in ambito edile, permette di eseguire: diagnosi energetiche degli edifici, verifica dello stato di conservazione degli Immobile, ricerca di guasti impiantistici. In particolare, attraverso le indagini termografiche si è in grado di determinare la temperatura di una superficie attraverso la misura della radiazione infrarossa emanata, con una sensibilità che può arrivare a pochi centesimi di grado. Pertanto, la termografia risulta utile anche per diagnosticare problematiche tipo: dispersioni termiche e individuazione dei ponti termici, infiltrazioni d’acqua perdite, infiltrazioni di aria, umidità di risalita, perdite negli impianti di riscaldamento, imperfezioni nel cappotto termico. La termografia all’infrarosso può avere moltissime applicazioni:

  • Certificazione energetica
  • Edilizia
  • Degrado e diagnostica dell’architettura
  • Fotovoltaico
  • Industria
  • Elettronica
  • Ricerca e sviluppo
  • Controlli di processo
  • Monitoraggio
  • La Termocamera utilizzata per le nostre diagnosi è una Nec G120EX :
  • – sensore 320 x 240 pixel
  • – sensibilità 0.04°C
  • – range di misura da -40°C a 1500°C

[/thb_toggle] [thb_toggle title=”BLOWER DOOR TEST”]

E‘ un test per la verifica della permeabilità all’aria di edifici residenziali, terziari ed industriali di qualsiasi dimensione. Il blower door è un grande ventilatore calibrato a controllo elettronico che viene montato temporaneamente sulla porta d’ingresso principale dell’edificio, attraverso un pannello che si adatta alle misure della porta e la sigilla perfettamente. Per la verifica delle infiltrazioni d’aria, il Blower Door Test usa misurare la pressione interna ed esterna all’edificio (che deve essere completamente sigillato) ed il flusso d’aria generato dal ventilatore. Una volta che il ventilatore (blower door) ha raggiunto una determinata differenza di pressione interno/esterno (tipicamente 50 Pascal) si possono cercare le eventuali perdite d’aria da infissi, crepe e canalizzazioni con l‘ausilio di termocamere, di anemometri e/o fumo di gas traccianti. Al termine del blower door test, una volta riparate le perdite nell’involucro��edilizio, si ripeteranno le misure per verificare il beneficio apportato dall’intervento di “riparazione” tramite un secondo blower door test. Se necessario sarà possibile redigere un report con i dati acquisiti dallo strumento blower door (vedi norme EN 13829).

Rendere l’edificio esente da infiltrazioni d’aria, permette:
  • Risparmio energetico (fino al 20%)
  • Riduzione dei rumori
  • Riduzione della quantità di allergeni e di particelle inquinanti
  • Aumento del confort abitativo

[/thb_toggle] [/thb_one_third] [thb_divider]

[thb_one_third][thb_accordion] [thb_toggle title=”EA –  SERVIZI OFFERTI”]

  • Certificazione energetica
  • Controllo impianti solari
  • Controllo impianti termici
  • Diagnosi energetica completa
  • Documentazione impianti
  • Isolamento termico pareti
  • Perdite ed infiltrazioni
  • Ricerca ponti termici
  • Rivestimento degli edifici
  • Termografia completa
  • Umidità delle pareti
  • Verifica di permeabilità dell’aria

[/thb_toggle] [/thb_one_third]

[thb_one_third][thb_accordion] [thb_toggle title=”EA – Progettazione energetica bioecologica Casclima”]

  • Rilievi
  • Studi di fattibilità

[/thb_toggle][/thb_one_third]

[thb_one_third][thb_accordion] [thb_toggle title=”EA -Strumentazione per le indagini diagnostiche”]

Strumenti10 Strumenti9 Strumenti6 Strumenti4 Strumenti3 Strumenti2 Strumenti1

[/thb_toggle][/thb_one_third]

[thb_divider]

 

ULTIMI POST

[thb_bigtext]Leggi gli ultimi post del nostro Blog riferiti alla sostenibilità[/thb_bigtext]

[thb_divider]

[thb_latest_posts num=”4″ cat=”51″ thumb=”yes”]

[thb_divider]